Andata Play Off Champions League: il Napoli supera il Nizza per 2-0

0
319

Con un gol per tempo di Mertens e Jorginho su rigore, il Napoli supera il Nizza nell’andata dei play off di Champions.

di Gianmarco Giugliano – Davanti a 55.000 spettatori la squadra di Sarri propone sin dai primi istanti il suo gioco fatto di palleggio e verticalizzazioni. La formazione scelta dal tecnico è la seguente: Reina; Ghoulam, Albiol, Koulibaly, Hysaj; Allan, Jorginho, Hamsik; Insigne, Mertens, Callejon. Nessuna sorpresa: in campo va la squadra capace di conquistare 48 punti nel girone di ritorno dello scorso campionato. Anche il Nizza cade nella ragnatela disegnata dal Napoli: i francesi per oltre 30 minuti sono spettatori non paganti. Dopo una prima conclusione alta sulla traversa di Callejon all’8’ minuto, il Napoli passa in vantaggio al 13’ con Mertens. Splendidamente lanciato da Insigne, il belga anticipa il portiere francese e deposita in rete. Ottimo il pressing alto dei partenopei: tutti si sacrificano lasciando pochissimi spazi alle ripartenze del Nizza. Come al solito, però, è qualche errore a favorire due incursioni francesi che si concludono a lato. Mai in discussione la supremazia in campo, il Napoli in ben cinque occasioni si avvicina al raddoppio. Due volte con Mertens, due volte con Insigne ed una con Callejon. Il secondo tempo si apre con un Napoli ancora più aggressivo alla ricerca del raddoppio. Dal 51’ al 61’ gli azzurri creano tre azioni pericolose, di cui la terza è sprecata da Mertens sul fondo. Migliora il possesso palla del Nizza: il caldo ed il primo vero impegno stagionale iniziano a pesare nelle gambe degli uomini di Sarri. Nonostante questo il Nizza non tirerà mai in porta e si limiterà a due tiri da fuori area che non impensieriscono Reina. Il Napoli raddoppia al 69’ per un rigore concesso per fallo su Mertens. Dal dischetto va Jorginho che spiazza il portiere avversario. 2-0. A dieci dal termine l’arbitro espelle per un’entrata pericolosa sul nuovo entrato Zielinski il centrocampista francese Koziello e per proteste Plea, già ammonito in precedenza. Nove contro undici per dieci minuti: è la grande occasione per chiudere il discorso qualificazione. La palla del ko capita sul piede di Milik, da poco subentrato allo straordinario Mertens. Tuttavia il polacco, che deve solo appoggiare in porta, fallisce clamorosamente. La partita finisce 2-0. 54% di possesso palla per il Napoli. 22 tiri verso la porta di cui 9 nello specchio. Zero i tiri in porta dei francesi. Questi dati la dicono lunga su una partita che poteva terminare anche con quattro o cinque gol di distacco. Un risultato comunque importante che mette una buona ipoteca sulla qualificazione dei partenopei: non si poteva chiedere di essere al massimo della condizione a metà agosto. Tra i partenopei ottime le prove di Mertens, Jorginho ed Albiol. Ancora un po’ sotto tono Hamsik. Lo stesso Insigne, pur avendo disputato una buona partita, manca di esplosività nelle conclusioni. Benissimo Allan in fase di copertura. Il ritorno si giocherà tra una settimana. Ma sabato riprende il campionato e la trasferta di Verona non sarà una passeggiata.