Addio alla piccola Carmela, vittima della Terra dei Fuochi

999
Meningite, al Cotugno muore una bimba di sette mesi

La piccola Carmela, la bimba di cinque mesi, è stata stroncata da un cancro al cervello nella Terra dei Fuochi.

Non ce l’ha fatta. È morta questa mattina nell’ospedale Gaslini di Genova Carmela De Lucia, la bimba di Acerra di appena cinque mesi stroncata da una terribile forma di cancro al cervello. Non è il primo caso di mortalità infantile nel perimetro della Terra dei Fuochi. È stato il papà della bambina, Aniello, 33 anni, ad annunciare la brutta notizia ai colleghi. Operaio licenziato ad aprile da una ditta che opera nello stabilimento metalmeccanico Hitachi di via Argine, a Napoli, Aniello stava facendo da settimane la spola tra l’ospedale Gaslini e la tenda che aveva montato in segno di protesta con i suoi compagni davanti alla fabbrica di Napoli Est. La piccola Carmela è l’ennesima vittima innocente di un ambiente inquinato nata ad Acerra, nel Napoletano, nella famigerata Terra dei fuochi. Non esistono parole per consolare i giovani genitori. In questo momento sarebbe forse più utile il silenzio. Ma bisogna anche essere lucidi, e non si può mascherare il dramma di un fiore reciso appena nato, dietro una facile consolazione. Non c’è rassegnazione allo strazio che ha dovuto subire questo corpicino e al dramma che ha colpito la famiglia.
I funerali di Carmela si terranno nella chiesa della frazione Pezzalunga di Acerra sabato alle 15.30.